Ryanair, la doccia fredda (anche) per i sardi: “Non avrete mai più voli scontati a 9,99 euro”. C’erano una volta i tempi in cui la Sardegna sembrava meno isolata: erano quelli dei voli super scontati delle compagnie low cost, Ryanair su tutte. Parigi, Londra, Barcellona, Madrid, erano città spesso visitabili anche con 10 o 20 euro a volo, e  tante famiglie che non avrebbero mai potuto viaggiare hanno conosciuto un sogno.

“Non c’è dubbio che i nostri biglietti a 0,99 centesimi e anche quelli a 9,99 euro sono qualcosa che non vedremo più per molti anni”. Le parole sono di Michael O’Leary, Ceo di Ryanair, e sono una bella doccia gelata per tutte gli italiani abituati a scandagliare il web alla ricerca di un volo low cost per viaggiare in Italia e in Europa, riportate dal nostro giornale partner Quotidiano.net.

“Ryanair dice basta. Stop ai voli super economici, appunto da 0,99 a 9,99 euro. Non ci saranno più. Diventeranno belli i ricordi della vacanze estive programmate in Sicilia, in Sardegna, ma anche nelle capitali europee, sfruttando i prezzi convenienti dei voli della compagnia irlandese. Pesa tantissimo il caro energia conseguente alla guerra in Ucraina nella decisione presa a Dublino. Il settore aereo inevitabilmente è stato colpito dai prezzi del carburante e così Ryanair ha deciso di voltare pagina”.

L'articolo Ryanair, la doccia fredda (anche) per i sardi: “Non avrete mai più voli scontati a 9,99 euro” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.