L'oppositore ucciso nel 2015. Anche ambasciatori occidentali

(ANSA) - MOSCA, 27 FEB - Diverse migliaia di russi - insieme ad alcuni diplomatici occidentali - si sono riuniti a Mosca per celebrare il sesto anniversario dell'assassinio dell'oppositore Boris Nemtsov, uno dei critici più forti del presidente Vladimir Putin colpito a morte sul ponte Bolshoy Moskvoretsky a due passi dal Cremlino il 27 febbraio 2015.

"Ci riuniamo in questo luogo in questo giorno ogni anno per mostrare alle autorità che non abbiamo dimenticato e non dimenticheremo", ha detto l'ex primo ministro e politico dell'opposizione Mikhail Kasyanov durante la manifestazione.

"Sono sicuro che ciò per cui Boris ha combattuto - la libertà per i russi, il loro benessere e una vita dignitosa - si realizzerà presto", ha aggiunto. Di solito segnato da una marcia attraverso il centro di Mosca, l'opposizione quest'anno si è radunata invece al memoriale improvvisato nel luogo della sua morte che viene regolarmente smantellato dalle autorità, poiché le restrizioni sui raduni di massa sono ancora in atto a causa della pandemia.

Stando ai dati della ong Contatore Bianco circa 3.700 persone si erano riunite alle 15, ora di Mosca; hanno deposto fiori anche gli ambasciatori degli Stati Uniti, del Regno Unito e dell'Ue in Russia, tra cui Germania e Lituania. Lo riporta il Moscow Times. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.