Demolita la costruzione nella borgata marina di S'arena scoada al centro di lunghe indagini condotte dal nucleo investigativo del Corpo forestale

ORISTANO. Aprendo le finestre di quella villetta si poteva quasi toccare il mare e per raggiungere la spiaggia bastava percorrere a piedi circa 30 metri. Ma quello stabile era stato costruito abusivamente. Sono iniziate questa mattina 9 marzo le operazioni di demolizione di una abitazione costruita senza autorizzazioni nella Borgata Marina di S'arena scoada, sul lungomare di San Vero Milis.

Il decreto di abbattimento è arrivato dopo la sentenza di condanna per abuso edilizio emessa il 20 febbraio del 2017 dalla Corte d'appello di Cagliari (passata in giudicato a novembre di due anni fa) nei confronti dell'architetto Giovanni Michele Lochi. Con la sentenza era stata ordinata la demolizione ma fino ad oggi il costruttore non ha ottemperato all'obbligo, inoltre lo stabile non è stato ritenuto dal Comune di interesse pubblico.

Questa mattina a San Vero Milis sono quindi arrivate le ruspe per abbattere la villetta. Sul posto gli uomini del Nucleo investigativo regionale del Corpo forestale che hanno condotto le indagini, insieme al procuratore generale di Cagliari Gian Carlo Moi.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.