I carabinieri sulle tracce degli altri due, la refurtiva è stata recuperata

DOLIANOVA. Dopo aver divelto l’inferriata di una porta finestra e forzato l’infisso in alluminio sono entrati all’interno dell’edificio destinato a colonia estiva ed invernale, in uso all’oratorio diocesano San Filippo Neri, ubicato nelle campagne di Dolianova in località “Sa Tiria”. L’avrebbero fatta franca se non fossero stati notati da un automobilista, transitato casualmente sul posto, mentre caricavano su una Citroen Picasso la refurtiva trafugata: suppellettili varie, generi alimentari e le telecamere dell’impianto di video sorveglianza. L’uomo ha allertato telefonicamente il 112. La centrale operativa della compagnia di Dolianova ha immediatamente disposto l’invio sul posto di una pattuglia della stazione della cittadina del Parteolla.

Alla vista dei militari i ladri, tre persone col volto travisato da un passamontagna, sono saliti a bordo dell’auto e si sono dati alla fuga inseguiti dai carabinieri. Poco dopo la Citroen Picasso, forse a causa dell’eccessiva velocità, è uscita di strada ed è finita in cunetta. Due dei malfattori sono riusciti a dileguarsi e a far perdere le tracce, mentre il terzo, un operaio cinquantaquattrenne di Dolianova, è stato fermato ed arrestato dai militari con l’accusa di furto aggravato in concorso.

I carabinieri hanno recuperato tutta la refurtiva, immediatamente restituita al responsabile dell’oratorio, e hanno avviato le indagini per identificare gli altri due ladri.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.