Il 10 dicembre, i Carabinieri della Stazione di Cagliari Sant’Avendrace hanno arrestato per furto aggravato un 49enne di Decimoputzu, censurato. L’uomo, alle ore 18 circa, in via San Michele aveva causato un sinistro stradale alla guida di una “Y 10”, rubata poco prima a Decimoputzu, andando a urtare una Fiat 600 parcheggiata di proprietà di un negoziante della stessa strada.  Durante le fasi dello scambio dei rispettivi dati assicurativi all’interno del negozio del proprietario della vettura danneggiata, il 49enne si impossessava del telefono cellulare dell’uomo e di tre occhiali da sole. Richiesto l’intervento dei Carabinieri, l’uomo veniva perquisito ed è stato trovato in possesso del telefono cellulare e della merce del furto. Tutto quanto rinvenuto, così come l’autovettura è stata restituita agli aventi diritto.  L’uomo dopo le formalità di rito, d’intesa con l’A.G.  è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso il proprio domicilio in attesa dell’udienza con rito per direttissima fissato per la giornata odierna.

L'articolo Ruba un’auto, provoca un incidente e porta via cellulare e occhiali da sole alla vittima: un arresto a Cagliari proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.