Arbus

Accusato di tentato furto. Indagini dei carabinieri

Aveva rubato la cassetta delle offerte dalla chiesa di San Sebastiano Martire ad Arbus e si era dato alla fuga, ma il parroco lo aveva inseguito per le vie del paese, costringendolo ad abbandonarla.

Un uomo di 39 anni, disoccupato e con precedenti denunce, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per tentato furto aggravato.

Le indagini da parte dei carabinieri della stazione di Arbus sono state avviate in seguito alla querela presentata dal sacerdote.

I militari, grazie a testimonianze e altri riscontri, hanno accertato che l’uomo intorno alle 21 dello scorso 11 febbraio si era introdotto all’interno della parrocchia e approfittando della disattenzione del parroco che in quel momento si trovava in sacrestia, aveva portato via la cassetta con all’interno 50 auro in monete.

Il pronto intervento del sacerdote – un trentenne oristanese – aveva permesso di recuperare il denaro, ma l’uomo era riuscito a far perdere le sue tracce. Alcuni passanti e lo stesso parroco, però, lo avevano riconosciuto.

Mercoledì, 16 febbraio 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.