Scontri, fumogeni e bombe carta a Roma durante il sit-in dei manifestanti del movimento “IoApro” che ha chiamato a raccolta persone da tutta Italia.  In piazza San Silvestro un gruppo di manifestanti con le braccia alzate si è diretto verso il cordone delle forze dell’ordine. In testa, alcuni giovani che hanno lanciato fumogeni e alcune bombe carta sul lato di via del Tritone.

Contro di loro si sono levate le proteste di alcuni ristoratori: “non siete lavoratori, cosa volete?”, hanno gridato. Intanto gli agenti in tenuta antisommossa hanno posizionato i blindati per evitare che i manifestanti potessero arrivare a Montecitorio.

“Siamo tutti arrivati a Roma, hanno fatto di tutto per bloccarci” ha raccontato Momi El Hawi, ristoratore leader del movimento IoApro, giunto in piazza San Silvestro con le manette ai polsi. “Non ci fermeremo finché tutte le attività saranno aperte – ha aggiunto – non diamogli nessuna possibilità di dire che siamo violenti. Non siamo persone violente”.

Leggi su https://www.agi.it/cronaca/news/2021-04-12/roma-manifestazione-ioapro-12137681/

L'articolo Roma, scontri e bombe carta al sit-in ‘IoApro’ proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.