Uras

Era in fondo a un pozzo

E’ stato trovato in  fondo a un pozzo il corpo senza vita di Giuseppe Sideri, l’uomo scomparso all’inizio del mese a Uras.

Sono stati gli agenti della  Stazione forestale di Marrubiu a fare la drammatica scoperta.

Il ritrovamento è avvenuto in un terreno di proprietà della sua famiglia, lungo la strada che collega Uras con San Nicolò d’Arcidano.

Sul posto sono arrivati i carabinieri che indagano sulla vicenda  e il magistrato di turno, il sostituto procuratore Andrea Chelo.

A quanto si è appreso il pozzo era stato sottoposto a un controllo visivo nei giorni scorsi, ma non era stato notato nulla di anomalo.

Sideri si era allontanato da casa il 2 gennaio scorso. Erano scattate subito le ricerche, disposte nell’ambito di un intervento della prefettura di Oristano.

I vigili del fuoco del Distaccamento di Ales  avevano attivato un presidio di coordinamento a Uras ed erano stati impegnati decine di uomini, tra appartenenti alle forze dell’ordine e volontari. Da Cagliari erano stati fatti arrivare anche le unità cinofile e i droni. Di Sideri, però, non si era trovata traccia, tanto che le ricerche erano state interrotte.

-segue-

leggi anche
Giuseppe Sideri recente EVIDENZAScomparso
Diffusa una nuova foto dell’uomo scomparso a Uras: le ricerche proseguono

 

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.