Gianfranco Deidda, famoso ristoratore cagliaritano, a Radio CASTEDDU: “Non tutti hanno la possibilità di aprire all’aperto e con il coprifuoco un turista cosa fa? Alle 22 resta in albergo? Non viene direttamente.  Bisogna trovare una soluzione e noi ce l’avremmo: aprire e basta. Preoccupano le riaperture in questo modo, perché chi è che va a mangiare alle 20? E alle 21:30 deve deve aver già pagato il conto a meno che non cambiamo mentalità tutta in una volta. Ma non possiamo cambiare le abitudine del cagliaritano. La preoccupazione è anche per i dipendenti: anche loro hanno delle spese a casa, non possono vivere con la cassa integrazione che è una miseria. C’è gente che deve  pagare la casa e di cosa vivono? Si rischia insomma la strage dei ristoranti”. Risentite qui l’intervista a Gianfranco Deidda del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/754846891865158/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.