Un litigio scoppiato nella spiaggia sarda di Marinella, a Olbia e sfociato, presto, in una rissa, culminata con l’accoltellamento alla schiena di un 35enne. I carabinieri di Oliba hanno fermato, con l’accusa di tentato omicidio, il trapper romano 26enne “Elia 17 Baby”, al secolo Elia Di Genova: è lui, per gli investigatori, ad aver sferrato il fendente che ha mandato un ragazzo sardo all’ospedale, curato costantemente dai medici che stanno facendo di tutto per evitargli una paralisi. Sono state alcune testimonianze, come riporta anche l’Ansa, ad avere portato i carabinieri sino al trapper, non nuovo a guai con la giustizia: nel 2021, infatti, è finito in manette per spaccio e ha avuto guai con la giustizia per una rissa avvenuta a Villa Borghese. Il ventiseienne, originario di Roma, si è già rivolto ai suoi avvocati, Gian Maria e Pietro Nicotera: c’è stato un breve colloquio telefonico e, quando ci sarà l’udienza di convalida del fermo, potranno presentare le eventuali memorie difensive.

L'articolo Rissa in spiaggia in Sardegna, accoltella un 35enne: il trapper “Elia 17 Baby” arrestato per tentato omicidio proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.