Ripartenza di Monserrato, il Pd attacca il sindaco Locci: “La sua gestione non è all’altezza del dramma monserratino”. Il piano di rinascita del sindaco di Monserrato? Non piace al Pd, la consigliera Francesca Congiu e il gruppo attaccano duramente il primo cittadino: “Il Gruppo consiliare del Partito Democratico apprende le dichiarazioni dal Sindaco di Monserrato. Dispiace dirlo, ma vi si notano un totale scollamento con ciò che è accaduto e abbiamo vissuto in questi difficili momenti e una totale mancanza di conoscenza delle regole istituzionali.
Noi abbiamo criticato la gestione dell’emergenza Covid da parte dell’amministrazione, in particolare per l’insufficienza delle mascherine fornite ai cittadini (circa 4000 su 20000 abitanti), la non chiarezza nella distribuzione delle stesse, la mancanza di certificazione delle medesime, la mancanza di idee per la ripartenza in sicurezza. Abbiamo ad esempio proposto la concessione (e non il regalo) degli spazi pubblici, l’eliminazione della tariffa TARI per i mesi di chiusura delle attività e non il semplice spostamento della tariffa per qualche mese ed a pochi giorni dalla scadenza, come ha annunciato il sindaco. E si potrebbe continuare, perché la gestione non è stata per nulla all’altezza della situazione di drammaticità che stiamo vivendo”.
Ma è anche sul no del sindaco e della sua maggioranza alla cabina di regia, che avrebbe permesso anche alla minoranza di partecipare a questa delicata fase di emergenza e ripartenza, che si è acceso lo scontro politico a Monserrato: “Il Sindaco non è il Sindaco della maggioranza- attacca Francesca Congiu, consigliera del Pd-  ma rappresenta l’intera città. Rappresenta chi lo ha votato e chi non lo ha fatto, i cittadini che hanno fiducia nel suo operato e quelli che non ne hanno. Abbiamo cercato di fare ciò che ci impone il nostro ruolo di Consiglieri e cioè fornire un contributo, fare proposte, dare idee all’amministrazione. Nessuno ha intenzione di sostituirsi al Sindaco in questo momento, ma l’amministrazione, lungi dall’essere un bene personale, è invece patrimonio di tutta la collettività e di tutta la collettività serve il contributo per superare questo momento difficile. Per questo motivo abbiamo chiesto condivisione. Abbiamo proposto un momento di lavoro condiviso che, tristemente, non è stato accolto.
Chiediamo quindi, con rinnovata speranza, un vero e proprio cambio di rotta, perché la città non può continuare a sentire il racconto di un mondo virtuale completamente differente da ciò che vive nella realtà. Chiediamo che si affrontino, con meno enfasi e meno proclami, i veri problemi di Monserrato in questa fase drammatica che stiamo vivendo”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.