Il fatto è avvenuto a Quartucciu. L'uomo è stato denunciato dai carabinieri

QUARTUCCIU. Si rifiuta di effettuare l’alcoltest che dovevano effettuare i carabinieri, gli viene sequestrata l’auto e deve tornarsene a piedi a casa. È stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, gli verrà sospesa la patente e dovrà pagare una multa perché il rifiuto di farsi eseguire il test alcolemico equivale per legge a un superamento dei limiti consentiti. La scorsa notte in Via delle Serre a Quartucciu i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Quartu Sant’Elena, nell’ambito di un normale servizio di controllo del territorio, hanno fermato , un 48enne muratore cagliaritano, con precedenti denunce a carico. Viste le sue condizioni apparentemente non sobrie, i carabinieri gli hanno chiesto di farsi eseguire il test con etilometro, ma ha si è opposto fermamente. Tale rifiuto equivale per legge a positività, non essendo ammesso un diniego ad effettuare la prova. Il veicolo è stato quindi sottoposto a sequestro amministrativo e affidato in custodia giudiziale a una terza parte. L’uomo andrà verosimilmente incontro a un procedimento penale presso il Tribunale di Cagliari e ad una sospensione della patente per un periodo da determinarsi.(l.on)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.