Recovery Plan, confronto con il Governo. Ma quali sono i progetti?
Da Peru (Udc) e Manca (M5S) due interventi sul coinvolgimento di Regione e Consiglio

“Il Governo Draghi apra subito un confronto con la regione Sardegna sui progetti strategici da attuare nell’isola con i fondi del Recovery Plan. Fino ad oggi, con il Governo Conte, è mancata praticamente del tutto la condivisione sulle scelte e sugli obiettivi da raggiungere nella nostra Regione con le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”. La richiesta arriva dal consigliere regionale del gruppo UDC – Cambiamo, Antonello Peru.

“Quei fondi, uniti a quelli del nuovo ciclo della programmazione europea 2021-2027, rappresentano un’opportunità unica per disegnare un nuovo modello di sviluppo della Sardegna”, scrive Peru. “La nostra Regione non si può permettere di essere tagliata fuori da decisioni che la riguardano e che possono avere un impatto di fondamentale importanza per il suo futuro”.

Antonello Peru

Secondo il consigliere di maggioranza, “in Sardegna dobbiamo ragionare su un nuovo modello di sviluppo basato su un’economia circolare e sostenibile, sulla sovranità alimentare, su quella energetica e finanziaria. Il confronto con il Governo dovrebbe dunque riguardare i progetti specifici che dovranno andare in una direzione quanto meno condivisa con la Regione e, per suo tramite, con le comunità locali. Altrimenti ci ritroviamo ancora una volta davanti a decisioni calate dall’alto che rischiano di non rispondere alle reali esigenze della nostra isola.”

Ma quali sono i progetti che la Giunta Solinas vorrebbe finanziare con i fondi straordinari europei? Dai banchi dell’opposizione lo chiede – invano – il Movimento 5 Stelle. Con una “risposta inaccettabile e inaudita”, denuncia la consigliera regionale Desirè Manca, la Direzione generale della Presidenza ha respinto la richieste di accesso agli atti per l’elenco dei 206 progetti che il presidente Solinas ha dichiarato di aver inviato al Governo per la stesura del Recovery Plan.

Desirè Manca

“Quanto accaduto è gravissimo”, commenta Manca. “Una dirigente della Regione si è permessa di impedire ad un Gruppo consiliare di esercitare un diritto sancito dall’art. 105 del regolamento, sul ‘Diritto all’informazione del consigliere’. La risposta della DG Silvia Curto esprime infatti una precisa volontà di impedire ai consiglieri di esercitare un proprio diritto, in quanto si interpreta l’oggetto della richiesta di accesso agli atti come un atto politico e non come un atto amministrativo. Una mistificazione della realtà palesemente inaccettabile”.

Secondo Desirè Manca, “la dirigente ha addirittura sottolineato che il Gruppo M5S ha presentato numerose richieste di accesso agli atti e che quindi l’operosità dei consiglieri avrebbe rallentato l’attività amministrativa. Ennesima risposta vergognosa”.

“L’elenco delle centinaia di interventi fondamentali ad assicurare la ripartenza della nostra regione che non solo non è mai stato reso pubblico”, scrive la consigliera del M5S, “ma è stato stilato dal presidente in assoluta autonomia, senza aver ritenuto doveroso, fino ad oggi, coinvolgere tutte le forze politiche espressione dei territori, e risulta ancora inspiegabilmente e vergognosamente secretato”.

Lunedì, 15 febbraio 2021

L'articolo Recovery Plan, confronto con il Governo. Ma quali sono i progetti? sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.