Ragazzi, il covid non è un gioco ma voi fate le mosse giuste
L’Università di Cagliari lancia una campagna di comunicazione contro il contagio

La schermata iniziale del “videogioco” che spiega come tener lontano il coronavirus

L’Università degli studi di Cagliari sceglie toni solo apparentemente leggeri per una campagna di comunicazione sull’emergenza Coronavirus e sui i comportamenti corretti da adottare per evitare il contagio. È un progetto che riprende grafica e suoni di alcuni fra i videogiochi più popolari per raggiungere il mondo dei più giovani – prima di tutto le studentesse e gli studenti dell’ateneo cagliaritano, ma più in generale tutti i ragazzi – con un potenziale di diffusione che va oltre gli spazi accademici.

Nelle prossime settimane il video della campagna sarà mostrato in apertura delle lezioni di tutto l’ateneo di Cagliari, sarà diffuso sui canali social con una possibile diffusione anche nell’ambito delle scuole superiori di secondo grado. È previsto anche lo sviluppo di un vero e proprio gioco ispirato alla campagna.

L’iniziativa, fortemente voluta dal rettore Maria Del Zompo, è stata ideata e realizzata dall’agenzia di comunicazione Relive Communication (Andrea Iannelli regista, Massimo Moi direttore creativo, Riccardo Atzeni art director, Alessandro Calamida graphic design), e si declina in più formati destinati ad una propagazione social e digitale: un video da tre minuti su YouTube, con moduli da 15 secondi per la pagina facebook di UniCa, e un sito dedicato, failemossegiuste.unica.it.

“La comunicazione scientifica è importante per capire la gravità della pandemia in atto”, commenta il rettore Maria Del Zompo, “ed è fondamentale che il linguaggio utilizzato sia comprensibile al più alto numero di persone. Per questo il nostro Ateneo ha sentito la necessità e l’esigenza di fornire ai propri studenti e alle proprie studentesse, ma anche a tutta la popolazione, il modo più semplice per informarsi sul virus e sulla patologia che innesca. Facciamo questo da sempre: in questo momento storico è anche un modo per rinsaldare la vicinanza tra UniCa e la nostra gente”.

Alla base della campagna c’è un progetto scientifico realizzato con la collaborazione di un gruppo di docenti e ricercatori, che in questi mesi hanno contribuito anche al lavoro di divulgazione scientifica sul tema realizzato dall’Ateneo grazie alla costante relazione con i media. Il team è coordinato dal professor Paolo Contu ed è composto da Enzo Tramontano, Aldo Manzin, Sofia Cosentino, Francesco Marongiu, Gabriele Finco, Marco Pistis, Caterina Chillotti e Maria Erminia Stochino. All’interno del sito è possibile accedere a tutti gli approfondimenti sul tema Covid-19 a cura del gruppo scientifico.

L’Università degli studi di Cagliari ha scelto di svincolarsi dai tradizionali meccanismi di comunicazione basati sulla paura – i cosiddetti fear appeals – aderendo, piuttosto, ad una logica basata su creatività e innovazione. Covid-19 diventa così il personaggio di un vero e proprio videogame disegnato in 8bit. Più apertamente il nemico da battere attraverso specifiche mosse, all’interno di un percorso animato da diverse azioni e diversi protagonisti, il tutto in un susseguirsi di richiami stilistici ai più noti videogiochi degli ultimi decenni: Super Mario, Space Invaders e Street Fighter.

Cagliari, 2 novembre 2020

L'articolo Ragazzi, il covid non è un gioco ma voi fate le mosse giuste sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.