Primo giorno di lockdown a Capoterra, “una delusione perché dovremmo essere in zona arancione. Il sindaco ha raccomandato anche attraverso i social, Radio Casteddu e Casteddu Online la massima attenzione e i cittadini, a malincuore, hanno accettato la zona rossa. I capoterresi sono abbastanza organizzati, hanno una pazienza illimitata e stanno rispettando le direttive del sindaco. La zona rossa si poteva evitare anche perché ho fatto una verifica: è un ceppo di poche famiglie che hanno creato questa situazione.Qua manca l’organizzazione a livello regionale, il presidente regionale dovrebbe essere più incisivo sulle esigenze dei cittadini. Per quanto riguarda i vaccini ci vuole gente che si attivi e risolva il problema.I ristoranti sono penalizzati, perché riempire i centri commerciali di migliaia di persone e svuotare ristoranti, bar, pizzerie: sicuramente, non è una cosa positiva.Questo aumento delle zone rosse è anche causa della semi organizzazione della Regione: si parla di vaccini però, poi, alla fine i vaccini non arrivano se non con il contagocce, nonostante l’impegno degli operatori sanitari perché bisogna riconoscere che sono in prima linea. Stanno facendo di tutto e di più ma non c’è personale e come si può risolvere questo problema se non si assume?Non capisco perché si deve prenotare, aspettare la chiamata dell’Ats e qualcuno fa in tempo anche lasciare questo mondo. Sono pochi i vaccini e manca l’organizzazione, la tempestività, la sinergia tra Regione Sardegna, Ats, presidi sanitari e comuni.Risentite qui l’intervista a Silvano Corda del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/157516609587149/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.