A Radio CASTEDDU raccontano il loro dramma: “Ormai abbiamo l’attività chiusa da 7 mesi ed è una cosa che ci sta veramente buttando giù, perché non possiamo neanche aprire a pranzo poiché la nostra, un pub, è un’attività che apre prevalentemente la notte, quindi a pranzo non lavoriamo.Abbiamo visto un po’ le notizie che girano e non nego che, da ristoratore, ogni ora mi aggiorno per vedere se c’è qualche novità. La situazione non è più sostenibile, abbiamo provato ad aprire a pranzo ma abbiamo lavorato una settimana. Siamo qui sempre, mattina e sera, ma non riusciamo a guadagnare nemmeno per pagare le spese”. Un messaggio disperato, quindi: “Abbiamo sempre rispettato le regole che ci sono state imposte, abbiamo distanziato i tavoli, abbiamo obbligato i clienti all’uso delle mascherine e qualcuno è stato anche mandato via; è nostra premura rispettare le regole e adesso, dopo quasi quattro mesi che siamo chiusi a cena, ci troviamo in difficoltà molto profonda.Il pub è aperto dal 2019, abbiamo ricevuto i Ristori, il minimo, a novembre ed è stata l’unica cosa che ci ha consentito di andare avanti.Le aziende della consegna a domicilio ci dissanguano, quella con cui lavoriamo ha un guadagno sopra il 40% del nostro incasso.Non sappiamo più cosa voglia dire avere uno stipendio, questo è stato il mese peggiore e non sappiamo quando potremmo reggere. Abbiamo anche l’affitto di casa in arretrato”.Risentite qui l’intervista a Mirko e Virginia del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanuhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/247563510158773/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.