I giorni dedicati alla commemorazione dei defunti a Quartucciu? Bisognerà avere il cronometro tra le mani, e non è uno scherzo. Da domenica 31 ottobre sino a martedì due novembre, infatti, il Comune ha dettato le regole speciali per evitare assembramenti e caos all’interno del camposanto. Addio alle visite lunghe ai propri cari defunti e, se scappa, bisognerà tenersela e, o raggiungere un bar, o tornare a casa. Tutta “colpa” del Covid, insomma, che porta l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pietro Pisu a stilare il vademecum per le visite al cimitero: “Sono vietati gli assembramenti all’interno e all’esterno del cimitero comunale in prossimità degli ingressi e davanti alle postazioni dei rivenditori di fiori, gli accessi alle aree cimiteriali dovranno essere contingentati e controllati”. Ancora: “È stabilita la chiusura al pubblico dell’utilizzo dei servizi igienici, non potendo garantire la continua igienizzazione e sanificazione”, avvisano dal Comune. Ed ecco anche la stretta oraria sulle visite: “La permanenza dei visitatori all’interno del cimitero nelle giornate di domenica 31 ottobre, lunedì uno e martedì due novembre dovrà avere una durata massima di 30 minuti, al fine di permettere l’accesso a più persone nella stessa giornata”. Probabilmente ci saranno dei controlli ad hoc.“È consentito l’accesso ai visitatori solo se indossano mascherina e nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro con obbligo di igienizzazione delle mani all’ingresso”. E non sarà nemmeno possibile attardarsi o fare passeggiate tra i viali del camposanto: infatti, “è consentita la sola visita diretta ai loculi dei propri cari, evitando ulteriori spostamenti all’interno dell’area cimiteriale, salve le attività connesse al riordino dei loculi”. E nei giorni “caldi”, dove si prevedono pienoni, “è sospeso l’accesso dei visitatori durante lo svolgimento delle cerimonie funebri che potranno svolgersi con l’esclusiva partecipazione di congiunti, oltre il personale dell’agenzia funebre ed il celebrante, indossando protezioni”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.