maltempo

Il maltempo manda ko tante zone di Quartu. Molta pioggia, solito copione: da viale Colombo dove comunque non si registrano molti allagamenti sino alla zona dei musicisti.

Tra via Turati e via della Musica le strade non sono più visibili, sono diventate piscine a cielo aperto. Stessa situazione in via Volta, dove i residenti invocano l’intervento di qualcuno per piazzare delle transenne che impediscano il passaggio delle auto.

E strade trasformate in fiumi anche nella zona del Margine Rosso. Con un pezzo della Ss 554, proprio nei pressi dello svincolo verso il cimitero quartese, dove il livello dell’acqua ha raggiunto livelli preoccupanti. Sono tante le segnalazioni sui social fatte, in tempo reale, da automobilisti e residenti.

E, come da copione, scoppiano già le polemiche politiche. Il consigliere comunale Francesco Piludu pubblica su Fb un collage delle strade finite sott’acqua: “In questi momenti la città di Quartu Sant’Elena è attraversata da una perturbazione che ha riversato in alcuni momenti anche 5 millimetri di acqua.

Sicuramente anche un sistema idraulico eccellente avrebbe avuto difficoltà ma, nel caso di Quartu, occorrono diversi interventi di pulizia delle caditoie e di realizzazione di condotte per lo smaltimento delle acque reflue.Non è più tollerabile, dal centro città, al litorale, dalla zona dei musicisti al quartiere di Sacro Cuore una situazione del genere”.

L'articolo Quartu sott’acqua da via della Musica a viale Colombo sino al litorale: è caos totale -VIDEO proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.