Il Covid è entrato anche nella scuola di via Cimabue a Quartu. Bambini positivi, tanti, a casa, e addirittura alunni in didattica a distanza e un solo bambino in presenza in classe. A denunciarlo, durante il Consiglio comunale, è il consigliere del Psd’Az Tonio Pani: “Alcune mamme mi hanno detto che stanno spendendo una fortuna, in tamponi, ogni settimana. Molte classi ormai sono in quarantena, ce ne sono altre dove c’è un solo alunno in presenza”, dice Pani. “Bisogna valutare se sia necessaria una sanificazione urgente o, direttamente, prevedere la chiusura di tutto l’istituto”. Due soluzioni che consentirebbero, in tempi rapidi, di poter “ripulire” tutta la struttura dal Covid, in attesa della negativizzazione degli alunni attualmente positivi “alle elementari”. Una segnalazione, quella di Tonio Pani, che ha visto la replica del sindaco Graziano Milia.Milia ha ricordato, in premessa, delle nuove regole decise insieme al Comune di Cagliari, cioè la didattica a distanza anche con un solo caso di positività: “C’è stata ieri una riunione con l’autorità territoriale di Cagliari, non posso agire se non con motivazioni e col supporto delle relazioni dell’Assl”, osserva il primo cittadino: “Sulle sanificazioni, le scuole hanno i soldi grazie ad un finanziamento ad hoc e possono procedere con tempestività”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.