Scacco ai caddozzi a Quartu Sant’Elena, il Comune rafforza i controlli con le telecamere e punta su una società esterna che possa affiancare gli uomini della polizia Municipale per scovare i caddozzi che abbandonano sacchetti e spazzatura dal centro sino alla periferia, passando per il litorale. La decisione è della Giunta guidata dal sindaco Graziano Milia: c’è l’urgenza di iniziare a garantire un presidio del territorio. E allora ecco l’idea: sino al prossimo trentuno dicembre telecamere accese in città, comprese le tre, mobili, e-killer, e gli occhi elettronici saranno fatti ruotare nelle varie zone della città grazie alla ditta esterna, che “assicurerebbe un servizio di riposizionamento continuativo degli apparecchi che, tramite frequenti spostamenti, permetterebbe il controllo di più ampie porzioni di territorio rispetto a soluzioni fisse”. Sarà compito del dirigente del settore della polizia Municipale assicurare, nel più breve tempo possibile, il rafforzamento delle attività di videosorveglianza, includendo anche il nuovo campo da basket nel lungomare del Poetto, riqualificato da cima a fondo e impreziosito dall’opera dello street artist sardo Tellas. È la stessa Giunta Milia a riconoscere che è in aumento il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti a Quartu. Ecco perchè bisogna “adottare in tempi brevi misure adeguate per l’attivazione ed il funzionamento di un sistema di videosorveglianza che permetta di individuare” gli incivili di turno. Che, oltre a dover eventualmente ripulire l’area, dovranno anche aprire il portafoglio: la multa, infatti, fanno sapere dall’amministrazione comunale, soprattutto con gli occhi elettronici mobili, sarà assicurata.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.