Ha più di cinquantamila abitanti e, quindi, l’indennità prevista, in aumento, è del 45%. Stipendi più pesanti anche per la Giunta Milia, a Quartu. Con l’emendamento votato in Consiglio regionale buste paghe più ricche per gran parte degli assessori. Quelli che non sono in aspettativa dal lavoro, però. E, nemmeno tanto a contorno, non si sa se i soldi che metterà la Regione saranno sufficienti a garantire i vari aumenti. A Cagliari, sindaco e giunta, stando a più rumors, potrebbero prelevare quanto manca da altri fondi, ovviamente nelle casse comunali. Tutto grazie, utile ricordarlo, alla legge di Bilancio approvata dal Parlamento nazionale a due giorni dall’ultimo Capodanno che prevede un incremento delle indennità di funzione dei sindaci dei Comuni capoluogo sede di città metropolitana e dei sindaci dei Comuni delle Regioni a statuto ordinario in una misura percentuale, proporzionata alla popolazione, al trattamento economico complessivo dei presidenti delle Regioni, attualmente pari a 13800 euro lordi mensili. “Ma non sarà per tutti così”, spiega il sindaco di Quartu, Graziano Milia. “Si parla infatti di indennità, e se uno non va in aspettativa dal proprio lavoro prenderà esattamente la metà”. Milia è tra chi avrà, alla fine, “3100 euro mensili”, tra stipendio da sindaco e indennità. E, di sicuro, un altro esponente della sua Giunta nella stessa situazione è Marco Camboni, assessore delle Politiche Sociali. “Se i soldi della Regione non dovessero bastare per le indennità”, promette Milia, “non toccherò nemmeno un centesimo dei nostri fondi, sono soldi dei quartesi”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.