Centomila euro per nuovi giochi per bambini in città. Il Comune di Quartu dice sì a nuovi scivoli, altalene e altri giochi destinati ai più piccoli in vari punti. C’è il parco Parodi a Flumini, il parco Europa al Quartello, il centralissimo parco Matteotti. Ancora: in via Sant’Antonio, all’angolo con via Portogallo, a Pitz’e Serra, in piazza Melvin Jones, nell’area tra via Corelli e via Gabriel, in via Fiume al Quartello e anche nella scuola di via dei Cicloni. La Giunta guidata dal sindaco Graziano Milia ha dato precise indicazioni sulle location dove dovranno venire installate le attrazioni. Che potranno essere utilizzate anche dai bambini diversamente abili, saranno infatti inclusive. Divertimento ma non solo, stando ai documenti approvati dall’amministrazione comunale.Gli obbiettivi da perseguire sono diversi: in primis, “attrezzare quegli spazi dedicati allo svago e all’educazione motoria di bambini di diverse fasce d’età, quali un parco pubblico, un cortile scolastico, o una qualsiasi area pubblica dove può essere inserita un’attività ludica all’aperto”. Altro obiettivo da perseguire “è quello dell’inclusione, infatti la scelta dei giochi si baserà su criteri ludici ed ergonomici per rispondere alle diverse esigenze di tipo motorio, intellettivo e visive, consentendo la condivisione dell’esperienza di gioco”. Nelle aree di gioco, dove previsto dalla legge, sarà installata una pavimentazione antitrauma, mentre nelle attrezzatture esistenti l’idea è di sostituire cuscinetti o bulloni ormai deteriorati.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.