Quartu, nelle scuole attivi i centri estivi comunali per bambini dai 6 ai 13 anni

Tutto pronto a Quartu per l’avvio dei centri estivi comunali. L’Amministrazione ha infatti  caldeggiato fortemente l’organizzazione di centri estivi comunali, al quale parteciperanno sia giovani normodotati che diversamente abili, per andare incontro ai ragazzi e alle famiglie fortemente penalizzati da questi mesi di emergenza epidemiologica da Coronavirus e quindi ora desiderosi di riprendere il loro percorso di crescita educativo e sociale.

L’anno scolastico 2019/2020 è stato stravolto dalla pandemia di Covid-19. Gli studenti hanno dovuto rinunciare alla presenza presso le loro scuole, alla quotidianità dei compagni e dei docenti, alla socialità dell’esperienza dell’apprendere. Nell’emergenza la scuola si è dovuta riorganizzare nel profondo, con la scelta inevitabile della didattica a distanza. L’interazione con gli strumenti digitali ha permesso di non lasciare senza istruzione studenti e studentesse, ma non ha permesso loro di conservare quelle relazioni che sono parte integrante del fare scuola.

L’Amministrazione ha quindi deciso di organizzare dei centri estivi, rivolto a bambini e ragazzi frequentanti le scuole primarie e medie, volto a favorire un reale processo di integrazione, coinvolgendo tutti indistintamente. Il servizio sarà attivo da oggi, e fino al 31 luglio, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30. I gruppi saranno divisi in 3 fasce d’età omogenee: bambini e bambine di 1^ e 2^ primaria, di 3^, 4^ e 5^ primaria, e 1^2^3^ della scuola secondaria di primo grado.

In accordo con le linee guida per la gestione in sicurezza delle opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti durante l’emergenza Covid, diffuse dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome, il modello organizzativo dei centri ricreativi estivi e la relativa giornata-tipo avranno caratteristiche diverse dagli anni precedenti con il numero contingentato delle presenze, il rispetto dell’obbligo di distanziamento, la frequente igienizzazione delle mani, il triage con gli accompagnatori all’ingresso,  e tutte le misure di prevenzione previste.

“In attesa della riapertura delle scuole nel mese di settembre, il centro estivo darà la possibilità ai nostri bambini e ragazzi di ritrovarsi in spazi all’aperto, nelle aree cortilizie delle scuole, per condividere insieme una esperienza di vita con attività ludico-creative, nel rispetto dei limiti previsti dall’emergenza Covid – commenta l’Assessora alla Pubblica Istruzione e alle Politiche giovanili Elisabetta Cossu -. Una boccata di ossigeno dopo tanti mesi di chiusura durante i quali, in fase emergenziale, è stato affidato alla scuola il compito di organizzare le attività didattiche a distanza seppur consapevoli che la sua funzione si realizza essenzialmente nel vivere insieme, relazionandosi quotidianamente. Gli educatori della cooperativa del Servizio educativo comunale affiancati dai giovani operatori del Servizio Civile avranno il compito di proseguire il percorso di integrazione e inclusione rivolto a tutti i ragazzi indistintamente ma con particolare attenzione ai diversamente abili,  ai ragazzi più fragili e a coloro che in questo lungo periodo di isolamento hanno sofferto particolarmente per l’assenza del servizio scolastico e dei centri di aggregazione. L’auspicio è che il centro estivo, con le sue molteplici attività, sia espressione della cultura dell’integrazione, della solidarietà e dell’accoglienza all’interno di un processo educativo di qualità e di crescita per tutti gli studenti”.

Sei le scuole individuate dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione come sedi per il servizio: via dei Nasturzi, via Is Pardinas, via Inghilterra, via Vespucci, via Beethoven e via San Benedetto. Le famiglie interessate a iscrivere bambini e ragazzi potranno inviare il modulo scaricabile sul sito istituzionale del Comune sino al 29 giugno, alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Le richieste pervenute oltre le ore 18 del 19 giugno, per ovvi motivi organizzativi, non sono state prese in considerazione per la prima settimana di servizio: i bambini potranno accedere al centro estivo a partire dalla seconda settimana di attività. Per eventuali informazioni è possibile contattare il numero telefonico 070284755, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13.

L'articolo Quartu, nelle scuole attivi i centri estivi comunali per bambini dai 6 ai 13 anni proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie