Quartu sant’Elena, teneva nascosto un candelotto esplosivo in una cassetta elettrica vuota. Arrestato un 36enne. 

Ieri mattina, gli agenti dell’Ufficio Investigativo del Commissariato di Quartu Sant’Elena, unitamente agli Agenti della Squadra Volante, hanno tratto in arresto un 36enne per fabbricazione e detenzione di materiale esplodente.

Il blitz è scattato ieri mattina quando, dopo diversi servizi attuati per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, i poliziotti hanno fatto ingresso nell’abitazione dell’uomo, ben noto alle forze di polizia per i suoi numerosi precedenti per spaccio, facendo una scoperta inaspettata. Il 36enne infatti, non occultava droga ma bensì un candelotto di materiale esplodente di 12 cm e mezzo con una miccia di circa 55 cm di lunghezza, occultato all’interno di una cassetta di derivazione elettrica posizionata accanto alla porta di ingresso della sua cantina.

Già nel 2016 il soggetto era stato denunciato dai Carabinieri di Quartu Sant’Elena per detenzione illegale di materiale esplodente, scoperto poi perfettamente simile sia per caratteristiche costruttive che per ordine di potenzialità a quello ritrovato dagli Agenti del Commissariato.

Nella mattinata odierna si è svolto il processo con la convalida dell’arresto e la concessione dei termini a difesa.

L'articolo Quartu, nasconde un candelotto esplosivo in una cassetta elettrica vuota: arrestato un 36enne proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.