Hanno vissuto, per 5 anni, in un appartamento di Quartu. Poi, a causa di varie vicissitudini, è arrivato lo sfratto “da parte della padrona della casa”. E così Andrea C., operaio trentenne, la sua compagna di 28 anni, senza lavoro, e i loro cinque figli, stanno per non avere più un tetto. Tra due settimane esatte dovranno riconsegnare le chiavi e non hanno trovato un’altra abitazione. Il motivo? “Abbiamo fatto dei tentativi ma, appena abbiamo detto di avere così tanti figli, i proprietari si sono rifiutati di farci un contratto”. Un fatto quanto meno curioso, che però complica ulteriormente la loro esistenza. Per restare in possesso dell’abitazione spiegano che non c’è più nulla da fare, “la padrona è stata categorica, ogni mese abbiamo pagato 550 euro di affitto, senza mai saltare un solo pagamento”. La coppia non sa più a chi rivolgersi: “Siamo stati in Comune per chiedere una casa, ma non ci sarebbero disponibilità”. Inoltre, in 7, lo spazio che serve dev’essere abbastanza ampio: “Non certo un monolocale. Un agente immobiliare mi ha spiegato che servono almeno 20 metri quadri a persona, quindi almeno centoquaranta metri quadri per me, la mia compagna e i nostri cinque piccoli”.Una casa popolare? “Ci sono anche quelle grandi ma la lista è lunghissima e non aggiornata, ma sono disposto a pagare un affitto, basta che non sia esagerato: i 550 euro che verso ogni trentun giorni è una cifra che posso permettermi ancora di spendere. Chiunque possa aiutarmi mi chiami al +393516588042”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.