Da mesi cerca un aiuto dalle istituzioni e, nei giorni scorsi, presa dalla disperazione, ha occupato una casa a Cagliari in via Messina: “Ma l’ho lasciata quasi subito, pensavo fosse disabitata ma, poi, sono arrivati i proprietari”. Raffaella D’Antini, 31enne di Quartu Sant’Elena, mamma di una bimba di tre anni, si ritrova punto e a capo. È alla ricerca di un tetto dove poter vivere con la sua piccola e il suo compagno. I soldi, però, scarseggiano: “Ho lavorato solo per un breve periodo come cameriera, avevo 19 anni, poi più nulla. Il mio compagno attuale fa il rider, consegna le pizze, ma non possiamo vivere solo con ciò che guadagna lui”. Racconta di aver cercato le assistenti sociali del Comune di Quartu, la D’Antini, ma “senza nessun risultato utile: nessun aiuto, purtroppo. Non posso nemmeno prendere il reddito di cittadinanza perché risulto ancora con la residenza dal mio ex, che lo percepisce. Da due giorni viviamo in tre nella casa della mamma del mio compagno, ma lo spazio non basta”.La 31enne lancia, quindi, un appello: “Cerco chi possa darci una casa, anche lo stesso Comune. Perché le istituzioni non possono far nulla per me? Ho anche una figlia piccola. Sono anche disposta a lavorare, chiunque possa offrirmi un posto può chiamarmi al +393890080525”. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.