Chilometri invasi dall’acqua e dalla disperazione. A Flumini di Quartu il cambio di amministrazione, sinora, non ha prodotto chissà quali effetti. Dalle zone collinari a quelle in riva al mare fioccano le polemiche e la mano del Comune non si è ancora vista, a parte per qualche intervento straordinario e urgente. E con l’ultima bomba d’acqua tutto il litorale si trova in un pauroso stato di abbandono. I residenti disperati si rivolgono a Casteddu Online, spedendo foto e video di paesaggi quasi lunari. E il grido è uno: “Ma l’amministrazione comunale dov’è?”. L’arrivo della stagione delle piogge, anche forti, ha fatto ripiombare nelle difficoltà e negli incubi migliaia di quartesi, quelli che vivono da subito dopo il Margine Rosso sino a Capitana. Alesssandro Gugliandolo abita in via Is Pardinas: “Faccio presente al sindaco Milia, visto che sono uno dei suoi elettori, che sono anni che questa strada viene trascurata. È disastrata, ci sono buche e crateri. Mio nipote è caduto in bici e si è fatto male. I fossi”, racconta, “vengono riempiti dagli operai con il catrame che, dopo qualche giorno, se ne va. È una strada groviera, c’è pure un avvallamento perennemente pieno d’acqua e fogne che stanno tracimando, ormai c’è un metro d’acqua”. Immaginarsi la puzza non è tanto difficile: “Ad ogni fosso vengono messe le transenne e tutto rimane così. Viviamo in una strada che sembra malfamata, quand’è che interverrano i tecnici?”.Non hanno atteso l’intervento del Comune i residenti di via Niu Su Crobu: “Tra ieri e oggi si sta distruggendo la strada, ci sono tante famiglie, anziani e bambini. Non possiamo continuare a vivere in queste condizioni, non aggiustano le strade e siamo abbandonati dal Comune di Quartu”, tuona Francesca Camboni. “Paghiamo noi, ogni volta, una persona per venire a sistemare la strada e tutto questo non è giusto. È il Comune che deve farlo, aiutateci”. Dal villaggio di Marina Residence arriva l’urlo di Daniela Pili, residente in via Lago di Varese: “Il villaggio è stato colpito dalle bombe d’acqua, molte famiglie stanno combattendo per liberare le proprie abitazioni dall’acqua”, denuncia. “Non si possono nemmeno tirare gli sciacquoni perchè le fogne sono stracolme e i tombini strapieni. Qui serve intervenire con la massima urgenza, prima che la situazione degeneri ulteriormente”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.