Alba di fuoco in un'area adiacente alla 554: molto probabile che si tratti di un atto doloso

QUARTU. Alba di fuoco, quella di oggi, nel quartiere di Pitz’e Serra, a ridosso della statale 554. Un incendio di sospetta origine dolosa ha distrutto un autocarro cassonato Hyundai H-100 e un autofurgone Fiat Fiorino in sosta in un'area adiacente la sede stradale. Erano da poco passate le 5,30 quando le fiamme si sono levate improvvisamente dai due veicoli in sosta. Automobilisti in transito hanno chiamato il 115 dei vigili del fuoco e sul posto è intervenuta una squadra che ha affrontato il rogo e spento le fiamme e messo in sicurezza l'area circostante, evitando il coinvolgimento di altri veicoli in sosta nelle vicinanze. Lievemente danneggiata un'autovettura vicina. I vigili del fuoco al termine delle operazioni di spegnimento hanno avviato gli accertamenti e i rilievi per stabilire le cause. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del nucleo radiomobile di Quartu che hanno effettuato ulteriori indagini e accertamenti. La contestualità dello sviluppo delle fiamme nei due veicoli lascerebbe già ipotizzare che si sia trattato di un atto doloso.(l.on)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.