Il Comune di Quartu dice no ai cani tenuti con la catena, e lo fa approvando all’unanimità un ordine del giorno, proposto dalla consigliera di maggioranza Luisella Deligios. È già vietato dalla legge imbrigliare un quattro zampe ad una catena in ferro, adesso spetterà all’amministrazione comunale capire come intervenire per fare in modo che vengano effettuati dei controlli. Sono tantissimi i proprietari di cani nella terza città della Sardegna: “Se sono tenuti ad una catena rischiano anche di morire in caso di incendio, basta guardare cosa è successo quando il Montiferru è stato devastato dai roghi”, ricorda la Deligios. E, nel corso della discussione, qualche consigliere ha fatto notare che i casi maggiori sono stati riscontrati soprattutto nelle campagne e nella vasta zona di Flumini.

 

 

Adesso spetterà agli uffici comunali e alla stessa maggioranza capire come tradurre in realtà l’invito arrivato da tutti i consiglieri dell’aula di via Eligio Porcu.

L'articolo Quartu dice no ai cani tenuti con la catena: “Rischiano anche di morire in caso di incendio” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.