Quartu Sant’Elena – Atti vandalici all’interno dei parchi pubblici. Ai microfoni di Radio Casteddu Andrea Cogoni, 45 anni,  giardiniere che lavora al parco di Sant’Andrea:  “Faccio parte dei giardinieri del verde pubblico del comune dal 2008, noi seguiamo quasi l’85% del verde pubblico di tutto il territorio e ci sono state molte criticità perché non c’è vigilanza, non ci sono telecamere e in alcuni parchi l’illuminazione è carente. Questo da spazio ad alcuni atti vandalici da parte dei ragazzi”.Manca anche il senso civico, molte volte, da parte di chi, per esempio, gioca a pallone o usufruisce dei giochi che dovrebbero essere riservati solo ai più piccoli.“I giochi per esempio, vengono utilizzati anche dagli adolescenti, ragazzini di 15-16 anni, e occorre sempre riprenderli e si rompe il gioco bisogna aspettare tanto per ripararlo.Inoltre sono tanti i problemi quando il parco è chiuso: ci saltano dentro i ragazzi, rovinano i giochi, rompono i cestini, pasticciano. Tante cose, insomma, è capitato anche che bruciassero i giochi”.Risentite qui l’intervista ad Andrea Cogoni di Paolo Rapeanu e Gigi Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/745340899449551/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.