Passa l'osservazione della società Costa Turchese. Il sindaco: «2-3mila persone fanno più pressione per ottenere il risultato»

OLBIA. Più metri cubi e più residenti a Murta Maria per far chiudere la discarica di Spiritu Santu. Il nuovo originale assioma viene presentato in consiglio comunale durante la discussione delle osservazioni al Piano urbanistico comunale, 758 in tutto.

A illustrarlo è il sindaco Settimo Nizzi in occasione della richiesta della Costa Turchese spa per i suoi terreni, circa 358 ettari. Per la parte alta di Capo Ceraso, aree in zona F turistica, viene proposta la costruzione di un albergo di lusso. Per le aree attaccate al centro abitato di Murta Maria, in viale Porto Istana, all’altezza del depuratore, la previsione è una zona C con piano di lottizzazione. L’osservazione passa con 18 voti favorevoli e 8 contrari. 

«Abbiamo fatto una scelta perché riteniamo che solo con una pressione antropica futura, si possa porre fine al problema della discarica - dice il sindaco Settimo Nizzi -. Noi con questa strategia riusciamo a dare risposte a quella parte di città che ha avuto poco sviluppo, perché non ci sono mai stati imprenditori importanti che abbiano potuto sviluppare quei territori. Una cosa è avere una pressione antropica di 1000 persone, ben altra di 2-3mila con la parte alberghiera. Secondo voi si ha la stessa forza se sono 500 persone o 3mila per ottenere qualcosa?».

 

Il servizio completo di Serena Lullia sul giornale in edicola e nella versione digitale

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.