Tre anni e ritiro patente. Lo scontro tra auto nel Tarantino

(ANSA) - TARANTO, 17 MAR - Tre anni di reclusione e revoca della patente di guida: è la pena comminata dal giudice monocratico di Taranto a un 26enne di Altamura (Bari), accusato di lesioni stradali gravissime, che la sera del 24 giugno 2017, procedendo a 234 km orari a bordo di una Mercedes Classe C sulla Statale Appia, tra Castellaneta e Laterza (Taranto), nel tentativo di effettuare un sorpasso speronò e mandò fuori strada una Opel Tigra a bordo della quale viaggiava una famiglia romena residente a Ginosa. Nell'impatto una bimba di 5 anni subì l'amputazione della mano sinistra. Il conducente della Opel, bracciante agricolo, la moglie e il figlio più grande rimediarono vari traumi, ma se la cavarono con prognosi non gravi. La Mercedes urtò prima una Renault Clio sulla fiancata sinistra e poi tamponò violentemente la Opel Tigra, che uscì fuori strada urtando un muretto a secco a destra della carreggiata, ribaltandosi più volte su se stessa e arrestandosi sulla fiancata destra nel terreno incolto. La bimba invece riportò un trauma cranico con frattura dell'osso temporale e parietale sinistro e l'amputazione totale del polso e della mano sinistra. Per essere assistiti i suoi genitori si sono affidati a Studio 3A-Valore S.p.A., società specializzata nel risarcimento danni e tutela dei diritti dei cittadini, che ha già ottenuto un parziale risarcimento per i suoi assistiti.

(ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.