Cambiano le regole sulle manifestazioni di protesta contro l’obbligo di green pass che ogni sabato paralizzano numerose città italiane ormai da mesi. Saranno consentite, ma con regole diverse: niente più cortei nei centri storici e lungo le vie dello shopping, si potranno organizzare soltanto sit-in e i manifestanti dovranno restare distanziati lontani da qualunque obiettivo sensibile, per fare un esempio la sede della Cgil presa d’assalto durante la prima manifestazione. Ci potrà essere qualche deroga, ma solo in casi eccezionali e con garanzie ben precise. E’ la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese a dettare la linea a prefetti e questori, dopo il successo del dispositivo per la sicurezza del G20 di Roma che prevedeva proprio queste limitazioni. Già in vista del prossimo fine settimana, i comitati provinciali convocati in tutti i luoghi dove sono state chieste autorizzazioni a scendere in piazza dovranno tenere conto di queste disposizioni. Una stretta che il governo ritiene indispensabile  e non più rinviabile, per garantire allo stesso tempo il diritto a manifestare e  la protezione delle attività economiche e della salute dei cittadini.

A Trieste, dopo i cortei senza regole né limitazioni, i contagi sono letteralmente esplosi. Per non parlare dei disagi per i blocchi al porto.

Il modello del nuovo corso dei cortei anti green pass è stato il recente G20 a Roma: i manifestanti sono stati tenuti lontani dai luoghi degli incontri e in aree della città dove non ci sono strade affollate e attività commerciali. Il percorso concordato con la questura si snodava lontano da sedi di partiti e sindacati, palazzi delle istituzioni, ambasciate.

L'articolo Proteste anti green pass, stretta del Viminale: centri storici blindati e stop ai cortei, saranno consentiti solo sit-in proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.