Lunedì mattina con il Rettore Mola la conferenza stampa di presentazione del lavoro che si avvale di un finanziamento di 3,5 milioni di euro

CAGLIARI. Lunedì 25 ottobre, alle 10, la sala Consiglio - rettorato, via Università n. 40, Cagliari - ospita la conferenza stampa di presentazione del progetto “TechLog - Technological transfer for logistics innovation in Mediterranean area”. Il team del Cirem (Centro Interuniversitario per le Ricerche Economiche e la Mobilità dell’Università di Cagliari) coordinato da Gianfranco Fancello (responsabile scientifico) e Patrizia Serra (coordinatrice tecnica) guida gli specialisti di Egitto, Spagna, Libano e Tunisia.

Con l’Università di Cagliari (brand Unica-Cirem Lead Beneficiary) partecipano i partner Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Maremma e Tirreno, Arab academy for science, technology&maritime transport (Eg), Escola europea de short sea shipping (Aeie, Sp), The Confederation of european egyptian business associations (Eg), Chamber of commerce, industry and agriculture of Beirut&Mount Lebanon (Lb), Federation of egyptian chambers of commerce (Alexandria Chamber, Eg), Chambre de commerce et d’industrie de Sfax (Tun) e Université de Sfax (Tun). Il rettore Francesco Mola apre l’incontro con i media. Alla conferenza prendono parte i ricercatori del Cirem.

Budget e durata del progetto. TechLob è finanziato con 3.5 milioni di euro, di cui 3.1 con un contributo dell’Unione europea e 0.4 di co-finanziamento. Il progetto è stato avviato il 6 luglio scorso, ha una durata di 30 mesi, si conclude il 5 gennaio 2024 ed è la principale iniziativa di cooperazione transfrontaliera implementata dall’Unione Europea nell’ambito dello strumento di vicinato europeo (Eni). iari ed il primo come progetto strategico. Techlog realizza un laboratorio permanente transfrontaliero volto a facilitare lo sviluppo di iniziative di trasferimento tecnologico tra mondo accademico e impresa nel campo della formazione avanzata per il personale delle comunità portuali e dell’autotrasporto. I programmi di formazione sono innovativi nel campo della logistica basati sull'uso di simulatori di guida avanzati per la guida ecologica, la guida sicura e l’efficientamento delle prestazioni degli operatori.

La sperimentazione vedrà il coinvolgimento diretto delle comunità portuali e dell’autotrasporto dei cinque Paesi coinvolti. Tra i beneficiari, enti di trasporto, autorità portuali, terminalisti, centri di ricerca e formazione che si occupano di simulazione avanzata per i trasporti e la logistica, aziende di trasporto e operatori portuali

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.