Disse una bugia, non era in classe alla lezione su Charlie Hebdo

(ANSA) - PARIGI, 07 MAR - Fu una bugia: la studentessa che denunciò Samuel Paty per averla fatta uscire dalla classe, in quanto musulmana, prima di mostrare le caricature di Charlie Hebdo, mentì. Disse al padre quella bugia - all'origine della bufera che si scatenò negli ambienti radicalizzati e che sfociò nella decapitazione del professore ad opera di un terrorista di origine cecena - perché non voleva confessargli che lei in classe non ci aveva neppure messo piede, come molte altre volte.

Lo riporta Le Parisienne sulla base delle deposizioni rilasciate dalla giovane alla polizia. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.