Marrubiu

Visita e degustazioni per gli assaggiatori di vino della provincia di Oristano

Alla scoperta di una nuova cantina e di nuovi vini. Un primo interessante incontro sabato scorso per i soci oristanesi dell’Onav, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino: guidati dall’enologo Piero Cella, hanno visitato la nuova sede della sua cantina Quartomoro di Sardegna, gestita a livello familiare insieme alla moglie Luciana Baso, nei pressi di Sant’Anna.

Dopo una breve visita e una descrizione del territorio circostante, gli appassionati degustatori hanno seguito con attenzione la presentazione di diversi vini: dal Vermentino al Cannonau, dal Bovale al Semidano e alla Vernaccia, prodotti con le uve provenienti da diverse zone dell’isola.

A seguire, le esaurienti e coinvolgenti analisi sensoriali e organolettiche esposte sempre dall’enologo Piero Cella, durante la descrizione dei vari vini.

La Quartomoro di Sardegna è una giovane azienda in continua evoluzione che ha come obiettivo quello di creare vini che siano espressione della terra sarda, trasformando le eccellenti varietà viticole in modo semplice e il più naturale possibile.

Visita Cantina di Piero Cella da parte dei soci Onav
Un momento della degustazione organizzata per i soci dell'Onav
Visita Cantina di Piero Cella da parte dei soci Onav
Luciana Baso con alcune delle bottiglie stappate per gli ospiti dell'Onav

Mercoledì, 2 febbraio 2022

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.