Strutture ricettive, comincia la stagione: “In tono minore e prevalentemente nazionale”
Già aperti alcuni hotel della provincia di Oristano, altri apriranno nelle prossime settimane. Parla il presidente di Federalberghi Porcedda

Immagine d’archivio

Può finalmente iniziare la stagione per le strutture alberghiere della provincia di Oristano, dopo settimane di incertezze e preoccupazioni circa il futuro prossimo del turismo sardo.

“Alcune strutture hanno già aperto e le altre apriranno nelle prossime settimane”, spiega il presidente di Federalberghi Oristano, Pino Porcedda, che assicura: “La maggior parte dovrebbero operare, non ho segnalazioni dirette di attività che non riusciranno ad aprire”.

“Chi apre o aprirà lo farà anche per mantenere le posizioni acquisite sul mercato”, afferma ancora Porcedda. “La chiusura per un anno rappresenterebbe una grossa perdita”.

“Alcuni colleghi aspettano il 25 giugno per aprire”, continua il presidente di Federalberghi Oristano, “altri, come me, apriranno il 1° luglio”.

E proprio la data del 25 giugno, che segna l’apertura degli scali sardi ai voli internazionali, ha rilanciato le speranze verso questa stagione ritardataria.

“Ci ha confortato l’aver potuto tranquillizzare i turisti che non sarà necessario il passaporto sanitario, ma solo il termoscanner e un’autocertificazione con la quale dichiarino di non essere stati in contatto con malati di covid”, afferma ancora il presidente Porcedda. “Altra questione che ci ha tranquillizzati è che in caso di ospite contagiato da coronavirus sarà l’autorità sanitaria a farsene carico, senza rischio di chiusura”.

“Non ci aspettiamo molto: siamo certi che sarà una stagione in tono minore”, prevede il presidente provinciale di Federalberghi.

“Avremo spese maggiori per tutti gli interventi da mettere in atto, a partire dalle normali pulizie, per le quali dovremmo utilizzare prodotti più specifici; proseguendo per le colazioni, dove non sarà più possibile servire a buffet, ma dovremo impiegare personale addetto. Senza dimenticare il ridimensionamento della ricettività”.

Intanto i turisti cominciano a scegliere la Sardegna e l’oristanese per le proprie vacanze.

“Scongiurato il rischio del passaporto sanitario”, dice Porcedda, “stanno arrivando le prenotazioni, sia ex novo, sia di ospiti in stand by”.

“Abbiamo perso i mesi precedenti, ma per luglio e agosto cominciamo a vedere qualche arrivo, prevalentemente nazionale e in buona parte anche isolano nei fine settimana. Si sta aprendo anche il turismo internazionale, in forma minore e dalle altre nazioni europee”, conclude il presidente provinciale di Federalberghi. “Ma per questo confidiamo soprattutto nei mesi di settembre e ottobre, se la situazione sanitaria non peggiorerà”.

Giovedì, 18 giugno 2020

L'articolo Prime prenotazioni, negli alberghi via alla stagione. “Ma sarà in tono minore” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.