Come se non bastassero gli aumenti di gas e luce, sui cittadini già devastati da quasi due anni di pandemi e lockdown si abbatte ora anche una costante crescita dei prezzi della benzina. In tutta Italia, e un po’ di più in Sardegna, dove notoriamente il prezzo dei carburanti è sempre ritoccato al rialzo. Si aggrava dunque il caro-benzina a livelli da vero allarme, con la verde che, secondo le ultime rilevazioni Mise rese pubbliche oggi, risulta in rialzo a 1,745 euro al litro, mentre il gasolio viene venduto mediamente a 1,607 euro al litro. In base ai calcoli del Codacons, da inizio anno la benzina ha subito un rincaro alla pompa del +21,1%, il gasolio del 21,8%, con una maggiore spesa per un pieno pari a +15,2 euro per un’auto a benzina, +14,4 euro per una vettura diesel. 

Rispetto allo stesso periodo del 2020, la verde costa oggi il 25,8% in più, mentre il gasolio schizza a +27,7% su base annua, con un maggiore costo per i rifornimenti pari a +17,9 euro per la benzina, +17,5 euro per il diesel. “L’escalation senza sosta dei carburanti aggrava di giorno in giorno la stangata per i consumatori, e produce ad oggi una maggiore spesa su base annua pari a +430 euro a famiglia in caso di auto a benzina, +419 euro per un’auto diesel, solo per i maggiori costi di rifornimento – spiega il presidente del Codacons Carlo Rienzi – Una vera e propria emergenza contro la quale il Governo resta immobile, mentre sarebbe urgente intervenire tagliando Iva e accise sui carburanti per salvare le tasche dei consumatori, sempre più impoveriti dagli effetti devastanti del caro-benzina”, conclude Rienzi.

L'articolo Prezzi benzina choc: aumenti oltre il 25%, ogni famiglia spenderà 430 euro in più proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.