La politica ha consegnato subito la missiva alla Procura della Repubblica

CAGLIARI. «Stamattina (20 aprile), quando sono arrivata in Consiglio regionale, mi è stata consegnata una lettera anonima. L'ho aperta e ho compreso che, trattandosi del caso Sardara, il contenuto non compete il mio ruolo, quindi ho contattato la Procura della Repubblica». Così la consigliera del M5s Desirè Manca (M5s) in Aula, dove è iniziata la discussione del ddl su nuovi ristori per un valore di 73 milioni destinati a lavoratori e imprese che più hanno pagato la crisi legata alla pandemia.

Sul contenuto della lettera c'è il massimo riserbo, ma secondo quanto trapela all'interno ci sarebbero riferimenti su nomi e circostanze del banchetto 'proibitò del 7 aprile scorso in uno stabilmento termale di Sarda - in piena zona arancione con tutte le restrizioni del caso - al quale hanno partecipato una quarantina di persone, tra cui dirigenti riferibili all'amministrazione regionale. (Ansa).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.