Positivi al covid, bloccati in ospedale a Oristano: a Cagliari e Sassari non c’è posto
Grave situazione al San Martino

Il Pronto Soccorso dell’ospedale San Martino di Oristano

Tre persone risultate positive al coronavirus sono rimaste bloccate nella struttura adiacente al Pronto soccorso del San Martino, per la difficoltà di trovare un ricovero negli ospedali preposti alla gestione dei pazienti covid di Cagliari, Sassari e Nuoro. Le strutture ospedaliere sarde sono giunte ormai al limite della capienza e proprio ieri l’assessore regionale alla sanità Mario Nieddu ha annunciato l’attivazione di una postazione da campo a Nuoro e di alcune strutture private, tra le quali il Mater Olbia.

I tre pazienti di Oristano si trovano ricoverati nelle due stanze realizzate lo scorso inverno in piena emergenza, all’interno del Pronto soccorso in quelli che erano gli spazi destinati alla cosiddetta Osservazione breve intensiva. I locali erano stati isolati dal Pronto soccorso, ma sono comunque i sanitari del presidio a doversi fare carico della loro gestione con tutte le difficoltà che ciò comporta in termini organizzativi. Il rischio è che se dovesse giungere un altro paziente positivo lo stesso Pronto soccorso possa essere costretto a una chiusura temporanea.

Venerdì, 16 ottobre 2020

L'articolo Positivi al covid, bloccati in ospedale a Oristano: Cagliari e Sassari pieni sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.