Stamattina sul presto a Tuili, i carabinieri della Stazione di Barumini hanno denunciato in stato di libertà per minaccia a pubblico ufficiale e porto abusivo di una pistola scacciacani priva di tappo rosso, un 54enne, gravato da precedenti denunce a carico, ivi residente, allevatore e agricoltore.L’uomo, a bordo della propria auto, lungo la SS. 197 al km 44+300, è transitato davanti a un posto di controllo dei carabinieri, senza indossare le cinture di sicurezza e conversando al telefonino durante la guida. I carabinieri hanno fermato il mezzo e contestato le relative violazioni al CDS e, stante il nervosismo paventato dall’uomo che faceva presumere ulteriori problematiche, hanno proceduto ad una perquisizione del veicolo. Nel cruscotto dell’auto hanno trovato una pistola revolver, tipo scacciacani, marca “B&M” mod. “Magnum”, con tappo rosso manomesso, carica di 6 proiettili a salve di cui uno esploso. Dopo questa ulteriore contestazione, ritenendo potesse trattarsi di accanimento contro di lui, l’utente della strada è andato in escandescenza, contestando l’operato dei militari, proferendo al loro indirizzo gravi parole di minaccia, millantando di volerla far loro pagare, al fine di farli desistere.L’arma è stata posta sotto sequestro in attesa di essere versata al competente Ufficio corpi reato del Tribunale di Cagliari.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.