Adam 'Nergal' Darski, del gruppo rock Behemoth

(ANSA-AFP) - VARSAVIA, 31 MAR - Accusato di blasfemia in Polonia, Adam "Nergal" Darski, cantante e chitarrista del gruppo rock radicale di fama internazionale Behemoth, ha lanciato con successo una raccolta fondi per difendere la libertà di espressione artistica. A metà febbraio, Nergal è stato multato da un tribunale di Varsavia in un processo, il sesto fino ad oggi, per aver insultato sentimenti religiosi o simboli nazionali. Ha fatto appello.

L'artista è accusato di aver calpestato un'immagine della Vergine Maria e ha documentato il gesto, nel 2019, sul suo sito Instagram. In precedenza, ha strappato la Bibbia sul palco e ha criticato senza mezzi termini la Chiesa cattolica. Nergal è uscito indenne da tre precedenti processi.

Creato nel 1991, il suo gruppo Behemoth, ha conosciuto un'ascesa impressionante sulla scena metal estrema mondiale, con il suo immaginario pagano, occulto e satanico, ma anche la particolare attenzione alla qualità dei concerti e al lato visivo delle performance. Ciascuno dei suoi dischi, clip e concerti è una celebrazione oscura come l'inferno, che esplode di suoni estremamente pesanti e potenti, su uno sfondo e costumi degni dei film dell'orrore. (ANSA-AFP).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.