Il Sindacato delle Professioni Sanitarie Nursing Up, vista la delibera Aou Cagliari del 13 dicembre scorso 21 sui futuri incarichi di funzione (coordinamenti) afferenti all’area sanitaria,  esprime totale contrarietà e valuta il nuovo disegno aziendale  “inadeguato e pericoloso per la tenuta organizzativa e funzionale dei servizi sanitari offerti ai cittadini”, si legge del documento di Diego Murracino, dirigente Nursing Up.

“Diversamente da quanto precedentemente previsto con l’accordo di contrattazione decentrata sottoscritto il 28 novembre nel quale erano previsti 11 incarichi di funzione e 34 di coordinamento, dalla delibera del 13 dicembre 2021 si evince che i coordinamenti  verranno assegnati non secondo la logica organizzativa indispensabile al governo dei processi assistenziali e  operativi  ma secondo scelte di altra natura, più simili a lottizzazioni  della vecchia politica di compiacimento ad personam.

Il sindacato degli infermieri non può accettare scelte aziendali che vedono elargire soldi pubblici destinati alla Sanità nell’istituzione di coordinamenti come SSD Parto Analgesia con 5 infermieri assegnati e Farmacologia Clinica con 2 infermieri e un oss, mentre si lasciano orfane tutte le seguenti strutture e unità che quotidianamente affrontano complessità organizzative e  assistenziali per garantire la tenuta del servizio sanitario: SC ORl e SC Ch. specialistica  è previsto un solo coordinatore (48 posti letto), SC di Chirurgia Plastica, SC di Chirurgia Vascolare, SSD di Diagnostica e Chirurgia Endoscopica, SC di Anatomia Patologica, SC di Endocrinologia, SC di Emostasi e Trombosi, Servizio di anestesia, Day Surgery e SC Oculistica Sala Operatoria.

Non figurano inoltre le articolazioni operative del dipartimento Materno Infantile della Patologia Ostetrica, Sala Operatoria, Sala Parto, Ginecologia e puerperio.

Inoltre il  Nursing Up  denuncia forti squilibri nelle pesature economiche che secondo il sindacato non rispecchiano le reali complessità  assegnate.  Nella delibera in oggetto contrariamente a quanto palesato nella riunione con le organizzazioni sindacali del Comparto tenutasi in data 12/10/2021 che vedeva un indispensabile coinvolgimento  diretto nella Commissione esaminatrice del  Direttore di Struttura Complessa delle Professioni Sanitarie, la stessa figura dirigenziale che di fatto coordina tutte le attività inerenti le Professioni Sanitarie e che è il riferimento  per tutti i coordinatori viene esclusa dalla Commissione.

La domanda sorge spontanea: a quali forze si è piegata la Direzione Generale dell’Aou di Cagliari? Le Professioni Sanitarie non sono ancillari ma costituiscono il pilastro dell’assistenza sanitaria, parliamo di professionisti laureati appartenenti ad un Ordine Professionale che da questa delibera della Aou di Cagliari vengono oltraggiati con questo tentativo di sottomissione  da parte di forze che niente hanno a che vedere con la buona gestione della sanità pubblica.

Per i motivi esposti il sindacato delle professioni sanitarie Nursing Up chiede il ritiro della delibera in oggetto al fine di una rettifica”.

 

 

L'articolo Policlinico di Monserrato, sindacati in rivolta: “Nuovo assetto dell’Aou pericoloso per il sistema di assistenza” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.