La Camera ha bocciato l’emendamento di Giorgia Meloni per riaprire palestre, piscine, scuole di danza e centri sportivi in zona bianca e  gialla. “Siamo molto delusi dal voto”, dichiara Salvatore Deidda, deputato sardo di Fdi, “perché, ancora una volta, il Governo ha detto no ad una proposta di buon senso che interessa una categoria in ginocchio che oggi in una manifestazione a Piazza del Popolo chiedeva al Parlamento aiuto e la possibilità di riaprire nel rispetto dei protocolli di sicurezza. Il Governo e la maggioranza hanno scaricato ancora una volta su questo comparto le loro responsabilità. Dall’esito della votazione prendiamo atto con rammarico che i voti favorevoli e degli astenuti superano quelli contrari. Se chi si è astenuto avesse votato a favore dell’emendamento, la proposta sarebbe passata” dichiara il deputato di Fdi Salvatore Deidda con il Capogruppo Francesco Lollobrigida e i colleghi Salvatore Caiata, Maria Teresa Bellucci e Marcello Gemmato, firmatari dell’emendamento insieme a Giorgia Meloni.

Questa mattina, i deputati di Fdi hanno esposto nell’Aula della Camera dopo che il loro capogruppo Francesco Lollobrigida ha chiesto al governo “di riferire su quale sia lo stato del comparto sport e su quali ristori intenda il governo dare alle aziende del settore, oltre a dire quali attività potranno riprendere”.

L'articolo Piscine e palestre aperte in zona bianca e gialla, Fdi: “Il Governo ha detto no” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.