Da Monserrato, loro “casa” sin dal 2012, a Pirri, in via Risorgimento, dove è presente da qualche anno. Ancora per poco, però: la società sportiva dilettantistica InAcqua sta per alzare bandiera bianca. Il nuovo stop alle piscine, chiuse sin da metà ottobre, è un ulteriore colpo da ko. La presidentessa, Cinzia Mocci, 43 anni, non trova nessun’altra soluzione se non quella dell’addio: “I ristori sono arrivati solo a novembre e, qualcosa, a dicembre, poi basta. Ho sette collaboratori, stiamo per chiudere, purtroppo. Ho chiesto una riduzione del canone d’affitto per cercare di sopperire alla situazione di questi mesi, mi è stato risposto di no”. E allora, tra pochi incassi e troppe spese, non c’è nemmeno un bivio: “Sono anche fisioterapista, sarei riuscita a sostenere le spese se fossero state inferiori. Abbiamo circa 200 iscritti”, ovviamente tutti fermi da mesi.Eppure, spese permettendo, la piscina di via Risorgimento, stando a quanto racconta la Mocci, non è propriamente un luogo dove il contagio possa diffondersi così facilmente: “Abbiamo sempre fatto corsi con massimo venti persone, nonostante le sale molto grandi, anche di 150 metri quadri. Per lavorare bene è necessario avere un gruppo di iscritti ridotto, in modo da poterlo seguire bene. Il distanziamento c’è sempre stato”. A differenza degli aiuti dello Stato, a quanto pare insufficienti, e dell’affitto troppo alto.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.