Picchiato prima di entrare a scuola: studente finisce all’ospedale
Il ragazzo originario di Marrubiu è stato aggredito a Terralba

Un grave episodio di violenza si è verificato ieri a Terralba ed è al centro di indagini da parte dei carabinieri di Terralba e Marrubiu. Uno studente sedicenne originario di Marrubiu è stato aggredito mentre si recava a scuola, al Liceo di Terralba, ed è finito in ospedale. Il ragazzo era insieme a un altro studente suo coetaneo.

I due sarebbero stati avvicinati da due giovani a bordo di un’automobile. Uno scambio di battute e poi dall’auto è sceso il giovane che era alla guida. Ha aggredito lo studente sedicenne buttandolo a terra e prendendolo a calci. La scena è stata notata da alcuni passanti e l’aggressore è poi fuggito via insieme all’amico.

Lo studente sedicenne e il suo compagno hanno raggiunto la scuola, da qui la caserma dei carabinieri e subito dopo l’ospedale San Martino di Oristano. I medici del pronto soccorso  hanno riscontrato alcune contusioni e assegnato venti giorni di cure allo studente picchiato.

I carabinieri hanno avviato  subito le indagini e sarebbero sulle tracce dell’aggressore.

Sabato, 6 febbraio 2021

L'articolo Picchiato prima di entrare a scuola: studente finisce all’ospedale sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.