Selargius. Un cumulo di rifiuti sotto tavolo e panche non sono passati inosservati: i resti del  banchetto “proibito”, si è svolto in un’area recintata, anziché essere buttati nel cestino, sono stati, incivilmente, abbandonati a terra.  Duro lo sfogo del primo cittadino Gigi Concu che ha impegnato fondi e risorse umane per combattere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nel territorio: “Voglio complimentarmi pubblicamente con gli incivili che l’altra sera, certamente assaliti da un irrefrenabile attacco di fame, hanno ben pensato di organizzare un pic-nic in un’area recintata (in quanto sede di un cantiere), e dove pertanto vige il divieto di accesso.
Possiamo certamente discutere sull’opportunità – e non fattibilità – di installare telecamere in ogni angolo del territorio, e perché no, anche scandalizzarci sul ritardo della consegna di tale area alla cittadinanza, ma sinceramente, davanti all’ennesimo gesto di inciviltà, mi sento in tutta onestà di dirvi che questo equivale semplicemente a deviare la questione.
Il problema è uno: l’assoluta mancanza di rispetto della cosa pubblica. Perché davanti alla stupidità, che induce alcuni a ridurre a una discarica a cielo aperto il nostro territorio, che colpa può avere un sindaco? Forse quella di non possedere le armi giuste per porre fine allo scempio perpetrato nella terra in cui viviamo e che ognuno di noi dovrebbe rispettare; partendo da una regoletta semplice semplice: i rifiuti si buttano nel cestino.
Multe e telecamere, per le quali – prosegue Concu – abbiamo investito tante risorse,  possono indubbiamente essere deterrenti, ma non vanno, ahimè, a colmare il vuoto causato dalla palese mancanza di senso civico. Questo è il vero problema”.
L’area è stata prontamente ripulita, “restiamo in attesa del prossimo pic-nic”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.