“Truzzu doveva farla diventare il salotto buono della città e invece piazza del Carmine è lurida e abbandonata”. E’ il duro commento di Francesca Ghirra, consigliera comunale Progressisti, all’attacco della critica situazione della centralissima piazza del Carmine.

“Vogliamo che piazza del Carmine ritorni agli antichi splendori – affermava il sindaco Paolo Truzzu il 21 novembre 2019 – frequentata per la sua bellezza e per il suo decoro. Come promesso, con queste iniziative concrete apriamo la fase che porterà ad una serie di interventi che permetteranno a Cagliari di recuperare senso di sicurezza e vivibilità”.

“A sentire i loro annunci”, commenta Francesca Ghirra, Progressisti, “piazza del Carmine sarebbe dovuta diventare il “salotto buono” di Cagliari, il simbolo della Rinascita della città governata dal centrodestra. E invece è la triste metafora di come si è trasformata Cagliari in soli due anni di giunta Truzzu: lurida e abbandonata”.

Anche Marcello Polastri, Psd’Az, ha chiesto l’attenzione della giunta sulla situazione di pazza del Carmine. Ma lo stesso sindaco Truzzu ha annunciato nuove iniziative, come l’installazione di reti negli alberi, per combattere il fenomeno della caduta  delle bacche.

E n tante zone della città ricompaiono le discariche. Segnalato un cumulo in via Timavo, dove sembrava che la crisi fosse stata risolta.

Truzzu nella riunione coi vertici di De Vizia si è detto “insoddisfatto del servizio” e ha annunciato che se continua così saranno presi “provvedimenti”.

L'articolo “Piazza Carmine lurida e abbandonata: come Cagliari dopo 2 anni di giunta Truzzu” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.