Il ministero dell’Ambiente sta valutando la costituzionalità del piano casa, legge approvata qualche settimana fa dal consiglio regionale della Sardegna, dopo 140 ore di discussione, non senza polemiche fuori e dentro la maggioranza di centrodestra. La notizia sull’agenzia La Presse. “L’istruttoria è a buon punto”, si legge in una nota pubblicata da Roberto Morassut (Pd) nella sua pagina Facebook, sottosegretario all’Ambiente. Che poi affonda: “Secondo me la legge è anticostituzionale, ma valuteranno gli esperti. La Sardegna va tutelata da ulteriori scempi. Il presidente Solinas non la garantisce dal rischio di nuovi sfregi”.

In particolare, nel mirino ci sarebbe la possibilità per gli alberghi oltre i 300 metri dal mare di ampliare fino al 50% la volumetria.

In passato anche Alessandra Todde, sottosegretaria allo Sviluppo economico, si era dichiarata convinta del fatto che il governo si sarebbe opposto a questa legge. In arrivo dunque un nuovo, duro scontro fra governo e regione dopo quelli sul deposito delle scorie nucleari e sulla collocazione dell’isola in fascia arancione.

L'articolo Piano casa, il Governo contro la Regione: “La Sardegna va tutelata da ulteriori scempi” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.