Annunciata una mozione 

Punta a mobilitare i Comuni la battaglia per la rimozione dell’embargo ai prodotti della filiera suinicola sarda, portata avanti da Fratelli d’Italia, dopo anni di lotta vittoriosa contro la peste suina.

“Una mozione sarà presentata in ogni Comune in cui FdI è rappresentata”, annunciano dal partito, “in cui si invita il Governo Draghi ad andare a battere i pugni in Europa per far rimuovere l’embargo. Una battaglia che FDI spera sia portata avanti trasversalmente, dalle altre forze politiche e da amministratori civici”.

“Si chiede un impegno al Governo Draghi, che sino adesso non è pervenuto come quello dei Governi Conte, nonostante un decreto PSA tenuto nel cassetto dal 2020, e le non risposte date alle richieste di FdI presentate alla Camera”.

“Da oramai tre anni la peste suina è stata debellata e il depopolamento dei suini selvatici prosegue incessante”, ricorda Fratelli d’Italia.

Nella mozione che sarà presentata nel Comuni si citano i provvedimenti europei, la risposta data nel 2020 dal Commissario europeo a un’interrogazione del Gruppo ECR Conservatori Europei (il gruppo al quale aderisce Fratelli d’Italia), in cui si prendeva atto dei risultati ma si chiedeva uno sforzo sul depopolamento e l’impegno di un nuovo audit della Commissione.

Un impegno che porterà a Bruxelles il deputato di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda, grazie agli europarlamentari di FdI nel gruppo dei Conservatori Europei, per trovare gli opportuni sostegni e far rimuovere la Sardegna dalla lista nera.

Martedì, 18 gennaio 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.